Anche il capezzolo ha un genere (e quello femminile va censurato)

Mare, sole, spiaggia. Capezzoli bene in vista. Foto postata sul social network. Censura? Dipende. Se il capezzolo in questione appartiene al petto (più o meno villoso) di un uomo, non c’è problema. La foto può restare, insieme al suo contenuto roseo e rotondo. Al contrario, se la proprietaria dell’areola incriminata è una donna, via subito (uniche eccezioni: l’allattamento e le cicatrici di una mastectomia). In questo caso, si tratta di nudità non adatta ai minori di 18 anni e per questo non consentita sui vari Instagram, Google, Facebook, etc.

Non è difficile intravedere l’ombra lunga della discriminazione dietro la cancellazione selettiva delle nudità femminili e le proteste non si sono fatte attendere. Il movimento Free the Nipple è nato nel 2013 e ha dato il via ad una campagna globale per la liberalizzazione del capezzolo femminile online. A questa rivendicazione, che potrebbe apparire non del tutto seria ai più, si lega una più generale richiesta di parità di genere e trattamento del corpo e della sessualità delle donne.

cfe631c3b309a043a672f4a6471889c6orig_main.jpg

Il nipote “social” del movimento è l’applicazione di fotoritocco Nood, creata dalla modella Melina DiMarco. Il principio è semplice: l’app crea illustrazioni che rappresentano le parti del corpo censurate in versione cartoon e vengono poi applicate come adesivi virtuali sulle foto da postare. Peccato che la stessa applicazione abbia subito il fato dei capezzoli che difendeva: censurata. Né Apple, né Google hanno accettato di diffondere l’app sui loro store a causa del “contenuto discutibile”. Censura social, risposta social: DiMarco ha lanciato una petizione su Change.org per chiedere la divulgazione di Nood.

Nood celebra la bellezza e la vita che circonda la figura femminile. Non dovrebbe essere vista come vergognosa, sporca o intrinsecamente sessuale. I capezzoli delle donne non sono il problema. Il problema è l’oggettivazione sessuale”.

7-120orig_main.jpg

“Un uomo nudo è accettabile, una donna nuda è tabù”

“Un uomo nudo è atletico, una donna nuda è un’esibizionista”

“Un uomo nudo è potente, una donna nuda è vulnerabile”

“Un uomo nudo è nudo, una donna nuda è sessuale”

Ma poi, che differenza c’è tra i capezzoli di una donna e quelli di un uomo che potrebbe tranquillamente indossare una terza di reggiseno?

cattura-5orig_main.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...